Nel cuore di Roma c’è una porta aperta sul mondo

I turisti in visita a Roma passano per via degli Astalli 13, a un passo da Piazza Venezia, sbirciano dentro la porta verde e si chiedono cosa ci sarà sopra quelle scale da cui si sentono pronunciare con insistenza e speranza lettere dell’alfabeto, articoli della Costituzione italiana, coniugazioni di verbi al presente, passato e futuro. Possiamo dire che quello che c’è è la scuola di italiano dell’Associazione Centro Astalli ma sarebbe riduttivo. Il centro diurno Matteo Ricci, infatti, è, prima di tutto, un posto dove tanta umanità si incontra e lavora insieme per un unico obiettivo: aiutare i migranti accolti a riconoscersi nuovamente come persone piene di risorse e potenzialità, primo passo verso un vero percorso di integrazione in una nuova comunità.

Tante sono, infatti, le attività che si svolgono al suo interno: dalla scuola di italiano, al sostegno allo studio per rispondere a bisogni specifici, ai corso di inglese, di informatica, di italiano per il lavoro, al corso base di teoria per la patente di guida, ai colloqui di orientamento e ricerca lavoro. Ogni giorno tanti volontari del Centro Astalli rendono tutto questo possibile. Grazie a loro possiamo dare a Mohammed, uno studente non vedente, la possibilità di seguire la lezione di italiano in classe, ed è sempre grazie a loro se possiamo insegnare a tanti uomini e donne a leggere e scrivere per la prima volta nella loro vita.

Ali, uno studente afgano, arriva a scuola con una piantina di rose gialle per noi. Ha trovato un piccolo lavoro con cui può aiutare la sua famiglia rimasta in Afghanistan.

Non lo soddisfa ma lo deve fare. Si sente di dover dire grazie agli insegnanti volontari della sua classe, per il tempo trascorso insieme, per ciò che ha imparato. Mentre lui sarà al lavoro anche noi lavoreremo sempre con maggiore impegno, cosicché al suo ritorno possa trovare il centro Matteo Ricci un posto ancora più accogliente.

Cecilia Di Chiara

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s